Arduino! Blink led

Salve!

Oggi è giunto il momento di iniziare a sperimentare con Arduino. Prima di tutto dobbiamo testare se funziona quindi mi sembra di norma fare una prova con il rinomato Blink del led 13. Non preoccupatevi se siete alle prime armi, nel programma di stesura dei codici di arduino sono presenti molti esempi sotto la voce File (se non vi è chairo e volete fare un passo indietro date un’occhiata qui).

Appurato che il nostro microcontrollore funziona, sebbene noi siamo dei profondi nerd, abbiamo voluto iniziare con qualcosa di semplice, sempre per continuare la fase di test dei pin, pertanto provando un pin alla volta abbiamo provato a far lampeggiare un led di recupero da 3W (come sempre in buono stile bspt il riciclaggio è la parola d’ordine principale).

Per chi non sapesse come fare segnalo questo link ad un sito esterno che può fornire utili indicazioni sullo schema da seguire.

L’occorrente è il seguente:

  • Led 3W (è un led di recupero)
  • Resistenza 1KΏ (noi abbiamo usato il parallelo tra una resistenza da 3KΏ e 2KΏ che fa circa 1,2KΏ)
  • Jumper
  • Breadboard
  • Arduino (nel nostro caso arduino mega2560)

Dopo aver collegato il tutto e creato un codice sorgente adeguato abbiamo caricato il programma tramite USB su Arduino e pensate un po’? Funziona! (Ma va’? -.-‘)

Questa è la foto di come appare il nostro circuito di test:Jpeg

Ed ecco qui anche il video, riferito ad un solo pin. Ovviamente le prove sono state fatti con tutti i pin per essere sicuri, sia con il comando digitalwrite che analogwrite (per vedere come fare guardate qui).

PS: Per chi non lo sapesse analogwrite permette di controllare la luce del led con modo PWM.

Per ora è tutto! Appuntamento alla Prossima Puntata! Sempre qui, come me, ad Art Attack!

-Ah no, forse ho sbagliato qualcosa-

Coilgun Mark IV: Le origini del mostro

Dopo un lungo periodo di pausa è tempo di distruzione! Ah no non sono ancora diventato la Cosa (notare bene che ho detto non ancora, siamo in fase di lavorazione anche per quello, mancano però le sovvenzioni e le coincidenze perfette dell’universo Marvel – tra l’altro le iniziali del mio nome e cognome non sono identiche, ecco non potrò mai diventare un supereroe – basta ciance continuiamo il discorso prima di annoiare la gente – si hai ragione – evvai si continua).

Buongiorno ladies and gentleman siamo qui riuniti oggi per parlare della progettazione e della prima fase della realizzazione della super potentissima coilgun Mark IV (speriamo vada tutto bene).

Perchè tutte queste belle parole per una realizzazione che per tre volte ha provocato danni o peggio non ha funzionato? Ebbene questa volta, ben consci dei nostri limiti ma sicuri delle nostre possibilità, abbiamo rivoluzionato il progetto alla base, ora usiamo degli STRACONDENSATORI® grossisimi (più grossi di The Rock) da 450 V e 1360 microFarad ciascuno, il resto lo abbiamo riciclato dai nostri fallimenti precedenti.

Beh, vi chiederete come mai una follia del genere? Eh sapete com’è la vita, le api, i fiori, la fiera dell’elettronica… La fiera dell’elettronica! C’era la fiera dell’elettronica e, fra le tante bancarelle, noi Stuff Brothers abbiamo trovato questi graziosissimi condensatori che dopo un misero compenso in denaro si sono concessi a noi. Da quell’ acquisto, preceduto dall’intenzione di riprendere in mano il progetto coilgun, è incominciata un’altra delle nostre follie, ormai siamo giunti alla versione IV, speriamo sia quella definitiva!

2014-05-29 18.10.14 2014-05-29 18.10.33

 

Arduino! New entry della famiglia BSPT

Arduino, la più versatile e famosa piattaforma di prototipazione, si è oggi unita a noi, per alimentare ancora di più le nostre follie e aumentare il nostro già grande numero di progetti.

Non uno ma ben due arduino, un Arduino Uno Rev 3 e un Arduino Mega 2560 R3 (uno per uno non fa male a nessuno, arduino mega forse ci aiuta un po’ di più rispetto all’arduino uno avendo qualcosina di più).

Immediatamente dopo l’arrivo, sono stati subito messi alla prova con il classico programma di blink del led al pin 13 e subito dopo sotto sforzo con qualcosa di più complesso, ma comunque niente di stratosferico.

Per chi è ancora alle prime armi con arduino consiglio vivamente questo sito, è di un professore [ovviamente è solo un consiglio,io reputo molto validi gli articoli di quest’uomo], tiene dei corsi anche online, ma la cosa migliore è che scrive articoli sul suo blog attraverso cui chiunque passo dopo passo può capirne il funzionamento [è inutile che anche noi facciamo delle guide su arduino, ce ne sono milioni sul web, preferiamo pubblicare qualche progettino].

Ora appurato che il tutto funziona siamo pronti a sbizzarrirci e già qualche idea ci è balzata in mente, il grosso problema è che il tempo da dedicare alle nostre follie scarseggia se vogliamo dormire ma soprattutto se vogliamo passare gli esami [sob]….

Speriamo di potervi raccontare presto qualcosa, nel mentre that’s all folks!

P.S. se volete iniziare a “giocare” un po’ con Arduino, vi consiglio vivamente qualcosa di simile ad Arduino Starter Kit, perchè con solo la board non potete fare nulla (o quasi).

Alla Prossima

Installazione Hard-Disk supplementare in un vecchio Laptop

Dalla lettera dei BraulioBrothers ai lettori,

In quei giorni il lettore ottico del mio vecchio portatile, un Hp DV5245, smise di funzionare. Saputa la cosa, non potei fare altro che invocare il signore nelle sue forme più svariate in modo che intercedesse per me e mi venisse incontro risolvendo il mio problema. Dopo aver buttato via un pomeriggio invano ecco l’illuminazione! Diamine! Siamo uomini o siamo roditori? Roditori ma di quelli a cui piace… Continue reading